Spaziosa, ariosa, artistica, valorizzata da affreschi al soffitto e da affaccio verso scorci tipici ed unici di Roma. Finemente arredata con parquet in legno, profili in boiserie, impreziosita da elementi di design ricercato di firma internazionale, ospita un bagno realizzato in cocciopesto come da Antica tradizione Romana e presenta una doccia con un particolare lucernario affacciato sull’affitto affrescato.

Cenni Storici

Originari della Sabina, a detta dei Latini, provenienti invece dall’antica e prestigiosa città etrusca di Caere, in base alle più recenti scoperte archeologiche, I Claudii erano un’antica e prestigiosa famiglia romana che ebbe accesso alle magistrature più importanti dello Stato Romano.
Distinta in due rami principali, quello patrizio dei Claudii Pulchri, di cui faceva parte anche il ramo dei Claudii Neroni, e quello plebeo dei Claudii Marcelli, la famiglia arrivò a Roma sicuramente all’inizio del periodo repubblicano, intorno al 504 a.C., quando Attus Clausus, originario della città sabina di Regillo, si trasferì nella città con amici e parenti ricevendo ciascuno un piccolo lotto di terreno.
Tra i personaggi più famosi della stirpe ricordiamo il censore Appio Claudio Cieco che, nel 312 a.C., fece realizzare la Via Appia, la regina di tutte le strade romane, e l’Aqua Appia, il primo acquedotto della città di Roma.
Divenuta potentissima, questa famiglia strinse rapporti con la Gens Iulia. Alla morte di Augusto, gli successe infatti Claudio Tiberio Nerone con cui ebbe inizio la dinastia Giulio-Claudia che, dopo Tiberio, diede a Roma altri tre imperatori: Gaio Giulio Cesare Germanico, detto Caligola (37-41 d.C.), Tiberio Claudio Cesare Augusto Germanico (41-54 d.C.) e Lucio Domizio Enobarbo, passato alla storia come Nerone (54-68 d.C.)